Homepage Universit├á di Trieste Homepage Università di Trieste

Normativa di Ateneo

Uff. Staff Affari generali e documentali

Statuto dell'UniversitÓ degli Studi di Trieste
Titolo I - PRINCIPI GENERALI
Art. 2 - Principi e garanzie fondamentali

    1. L’UniversitÓ Ŕ luogo di formazione e di trasmissione di un sapere critico, nel rispetto della libertÓ di manifestazione del pensiero, del pluralismo delle idee e dell’interazione tra culture.
    2. L’UniversitÓ si identifica nella comunitÓ di studenti, docenti, ricercatori e personale tecnico-amministrativo. Ogni sua componente concorre con pari dignitÓ, nell’esercizio delle rispettive funzioni e nel rispetto dei propri doveri, al perseguimento dei fini istituzionali dell’UniversitÓ. L'UniversitÓ opera per il raggiungimento delle proprie finalitÓ nel rispetto dei principi ispiratori del codice etico, assumendo come valore preminente la centralitÓ della persona.
    3. L’UniversitÓ garantisce, nel quadro delle proprie competenze, la dignitÓ e il rispetto dei diritti fondamentali della persona, l’eguaglianza nelle opportunitÓ e la valorizzazione delle differenze; promuove una cultura di pace; si impegna a prevenire e contrastare ogni forma di discriminazione. A tal fine, istituisce il Comitato unico di garanzia per le pari opportunitÓ, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni.
    4. L'UniversitÓ garantisce libertÓ e autonomia ai singoli docenti e ricercatori nell’organizzazione della ricerca, sia per quanto attiene ai temi, sia per quanto attiene ai metodi. L'UniversitÓ garantisce la libertÓ di insegnamento, preservando i docenti da ogni forma di condizionamento nella scelta dei contenuti della propria attivitÓ didattica, nel rispetto delle norme in materia di ordinamenti didattici. A tal fine, l'UniversitÓ garantisce alle strutture preposte alle attivitÓ di ricerca e di didattica autonomia organizzativa, come espressamente riservata dalle leggi, dallo Statuto e dai regolamenti di Ateneo.
    5. L’UniversitÓ garantisce, nell’organizzazione delle attivitÓ di ricerca, l’indipendenza scientifica, la qualitÓ dei risultati, la valorizzazione del merito, l’integrazione tra saperi e l’internazionalizzazione. L’UniversitÓ riconosce l’accesso aperto alla letteratura scientifica; incentiva il deposito dei risultati della ricerca nei propri archivi istituzionali e ne promuove l’accessibilitÓ, la circolazione e la divulgazione al pubblico nel rispetto delle leggi in materia di proprietÓ intellettuale, riservatezza e protezione dei dati personali. L’UniversitÓ si impegna a conciliare i principi di accesso aperto alla letteratura scientifica e di diffusione dei risultati con la proprietÓ intellettuale. Sulla base dei risultati della ricerca, l’UniversitÓ favorisce il trasferimento di conoscenze, anche per iniziative di impresa.
    6. L'UniversitÓ verifica la qualitÓ della ricerca e della formazione e ne valuta i risultati secondo accreditati criteri di misurazione e principi di trasparenza; garantisce la ripartizione delle risorse secondo criteri certi e predeterminati improntati a logica di merito, coerenti con gli indirizzi strategici adottati e con i risultati conseguiti.
    7. L’UniversitÓ riconosce il valore della rappresentanza studentesca e ne garantisce la tutela, assicurando ai rappresentanti degli studenti, nel rispetto delle leggi in materia, l’accesso ai documenti, alle informazioni e ai dati necessari per lo svolgimento dei compiti loro attribuiti.
    8. L'UniversitÓ riconosce e valorizza le libere forme associative e di volontariato che concorrano alla realizzazione dei suoi fini istituzionali, secondo modalitÓ dettate dai regolamenti di Ateneo.
    9. L'UniversitÓ riconosce che l'informazione costituisce condizione essenziale per assicurare la partecipazione effettiva di studenti, docenti, ricercatori e personale tecnico-amministrativo alla vita dell'Ateneo. L'UniversitÓ provvede all'organizzazione delle informazioni e dei dati mediante strumenti, anche di carattere informatico, atti a facilitarne l'accesso, la fruizione e la circolazione, con le modalitÓ definite da regolamento di Ateneo. L'UniversitÓ tutela e garantisce il diritto di accesso ai servizi informatici alle persone diversamente abili.
    10. L’UniversitÓ riconosce il valore della rappresentanza sindacale dei dipendenti, nelle forme stabilite dalla legge e dalla contrattazione collettiva, e si impegna a realizzare un sistema di relazioni sindacali orientato alla trasparenza dei comportamenti delle parti, alla reciproca collaborazione e alla prevenzione dei conflitti.
    11. I regolamenti di Ateneo che disciplinano i procedimenti di elezione e di designazione dei componenti gli organi collegiali dettano norme atte a garantire l’effettivitÓ delle pari opportunitÓ di donne e di uomini nell’accesso alle cariche accademiche.